Friday, September 16, 2005

Palm Lifedrive e iMac G5 con OS 10.3.9

Sono circa due mesi che sto usando il Palm Lifedrive e devo dire che i dubbi iniziali erano tutti infondati. E' stato molto facile configurarlo perché fosse compatibile con il mio iMac G5 (OS 10.3.9) e anche con la rete wireless gestita dalla base Airport Express che ho installato in casa. Inoltre, il bluetooth non ha problemi a collegarsi con il mio Nokia 3650 anche per scambiare file grandi tipo mp3, nonostante quest'ultimo non sia certo l'ultimo modello di cellulare alla moda. L'ho provato anche tramite bluetooth con il Samsung 500 e ha funzionato subito senza problemi di configurazione.
La trasmissione via infrarossi invece non ha funzionato con un vecchio portatile che ha solo quella (che invece funziona bene con il 3650), nel senso che il portatile riconosceva il palmare e si connetteva con esso ma durante la trasmissione di file si scollegava, mentre funziona bene con la tastiera della Palm sia in verticale che in orizzontale. Veramente nessun problema di allineamento.
Il wireless funziona sempre al primo colpo e mi è capitato di "sniffare" anche delle reti in giro per Roma (sempre criptate però...). L'unica cosa è che il palmare cerca sempre di connettersi all'ultima rete trovata e non è possibile eliminare manualmente queste ultime, per cui se si cambia rete c'è un tempo d'attesa tra quando sta cercando l'altra per finalmente accorgersi che non c'è e il riconoscimento della rete alla quale si sta effettivamente cercando di collegarsi.
Il problema della batteria, di cui avevo letto, purtroppo è realtà, nel senso che usando i programmi normali dura anche qualche ora mentre usando il bluetooth o, peggio, il wireless, probabilmente dura un'ora o poco più :(
Ho ovviato al problema comprandomi un cavetto essenziale che funziona sia per sincronizzare i dati tramite porta USB sia da caricatore tramite la stessa porta USB. Funziona indifferentemente su Mac o PC. Non pesa, quindi si può tenere sempre a portata di mano, anche se effettivamente è una scocciatura non poter usare batterie di ricambio (quella che c'è dentro il Lifedrive non si può né togliere dal palmare né sostituire da soli). Il cavetto di sincronizzazione in dotazione invece non ha funzioni di caricatore.
Il riconoscimento dei caratteri a volte è un po' difettoso, per esempio non riesco mai a fargli riconoscere la t perché mi è difficile fare dritto il trattino di taglio e il Lifedrive interpreta i trattini anche solo leggermente inclinati come comandi di sistema. Anche con il 2 ho problemi, bisogna segnare bene la curva. I due punti, poi, non riesco a ricordarmi come si fanno e anche la virgola è un segno particolare da ricordare. Alla fine mi è più facile, quando non ho voglia di tirare fuori la tastiera (che tra l'altro può essere usata solo su una superficie piana), usare il tastierino da toccare con la penna, anche se è noioso quando bisogna scrivere sia lettere che numeri perché non sono nella stessa finestra e bisogna cambiare di visualizzazione.
Avevo letto di un software tipo il T9 dei cellulari, che sarebbe veramente comodissimo perché permette di scrivere "a due pollici" direttamente sul touch screen, però non ne ho mai visto neanche una foto.
Per quanto riguarda i programmi, ce ne sono davvero tanti anche gratuiti cercando in giro per il web. Tra di essi, numerosi dizionari e utilità per niente scontate. Per esempio ho trovato un programmino gratis che permette di dividere i conti di un gruppo di persone, per es quando si va in vacanza insieme (il volo l'ho pagato io per tutti, il ristorante oggi tocca a tizio, il taxi dall'aeroporto l'ha pagato caio perché io non avevo spicci, etc), calcolando quanto ha messo uno e quanto ha messo l'altro e mostrando chi deve ancora dei soldi o chi ha pagato in eccesso. Si chiama Holiday Debts.
Dimenticavo, fa i calcoli in qualsias valuta (basta dargli il tasso di cambio) e fa da solo le conversioni.
Un altro fantastico software gratis funziona meglio del Pocket Tunes e del player di video che arrivano già installati. Si chiama TCPMP e permette di ascoltare musica senza che il Lifedrive salti come fa con il PT e di vedere ogni tipo di video. Io per esempio ci ho visto qualche film e gli episodi di Friends, con qualità eccezionale. L'unico difetto dello schermo è che il nero di un'immagine diventa riflettente e non si vede il contrasto se non angolando lo schermo e comunque male.
Dicono che il Lifedrive funzioni ottimamente anche come registratore vocale di lunga durata, però ancora non l'ho provato. Potrebbe essere utile per chi vuole registare un podcast in movimento...
Il fatto che il Lifedrive abbia un disco rigido gli fa perdere colpi in termini di velocità ogni tanto e causa qualche reset (ma senza perdere dati) in caso di errore di lettura, però è una piccola penale da pagare per avere 4 giga in tasca.
Oltre al cavetto e alla tastiera l'altro accessorio essenziale è l'astuccio in alluminio leggerissimo che si apre verso destra e ha le finestre in corrispondenza di tutti gli attacchi e controls, per cui non c'è bisogno di estrarlo ogni volta. Lo si deve fare solo in caso di ascolto musica tramite l'altoparlante incorporato sul retro del Lifedrive, perché il case ha qualche buco in corrispondenza ma il suono ne risulta troppo attutito.
Eccezionale anche la funzione Drive mode che permette di usare il Lifedrive come disco esterno USB trascinandoci sopra i file come sulle chiavette di memoria. Anche in questo caso funziona sia su Mac che PC e non necessita di driver.
Come dicevo, mi funziona bene anche la sincronizzazione col Mac. Per fare in modo che funzionasse col Mac ho dovuto scaricare un programma aggiuntivo dal sito della Palm però tutto è andato a posto senza problemi. Riesco a sincronizzare iCal, Address Book, l'agenda della Palm, i To Do e i documenti con Docs to Go e mi fa automaticamente il backup del contenuto del Lifedrive. Non ho provato a sincronizzare le email perché tanto le scarico direttamente tramite wireless sia sul Mac che sul Lifedrive. Il programma di posta elettronica (Versamail) funziona bene e gestisce anche gli allegati. Permette di scaricare solo le intestazioni o i messaggi completi fino a un certo numero di kb da specificare oppure direttamente tutto il messaggio. L'unica cosa strana è che non "ricorda" i messaggi scaricati per cui se si cancella dal Lifedrive un messaggio che viene lasciato sul server, al collegamento successivo il Lifedrive lo riscaricherà. Forse aggiusteranno le cose in una prossima
versione, visto che persino il mio telefonino ha questa funzione. Ho ovviato al problema settando il download solo dei messaggi dell'ultima settimana (ma si può scegliere il lasso di tempo), così i più vecchi che non mi interessano li cancello e anche se sono ancora sul server non me li scarica più.
Un'altra cosa che apprezzo e a cui non avevo pensato prima di comprarlo è che, appena acceso, il Lifedrive (come suppongo avvenga con tutti i palmari) è subito operativo, senza dover aspettare che si carichino i programmi. Tiene in memoria gli ultimi 5 programmi, richiamabili da menu. Inizialmente il fatto di non poter "chiudere" i programmi mi sembrava molto strano ma ora ne vedo i vantaggi e ho capito che il sistema non rallenta. Un problema però è che non si può lasciare aperto un programma mentre si lavora su un altro, nel senso che se si passa ad un altro programma mentre si sta leggendo un messaggio di posta elettronica, magari per controllare il calendario, al riaprire la posta elettronica bisognerà andare a ricercare il messaggio in questione.
Per quanto riguarda il collegamento internet, oltre al wireless l'ho collegato via bluetooth al cellulare (con scheda Tim) e sono riuscita senza problemi a inviare e ricevere posta. Sul sito della Tim ci sono i settaggi giusti per connettersi tramite GPRS.
Ho provato anche a mandare sms con il programma in dotazione e funziona anche quello. Così il Lifedrive serve anche da archivio. Con il 3650 però non li riceve, li spedisce e basta (anche se non vedo come possa riceverli, visto che arrivano inmediatamente sul cellulare).
Il browser incluso fa il suo dovere e mostra le pagine sia in versione adattata allo schermo che in versione originale. La cosa più bella è che il Lifedrive ha lo schermo visibile in orizzontale o in verticale, che per film e pagine web è il massimo. Cambiare tra una visualizzazione e l'altra si fa con un tasto laterale ed è immediato. Per i video c'è anche la modalità full
screen.
Una cosa che sarebbe figo avere sarebbe lo Skype ma lo fanno solo per Pocket PC. Ci sono invece i vari programmi Messenger.
Il fatto che il Lifedrive non sia anche cellulare per me è un vantaggio perché se ci parlassi non riuscirei allo stesso tempo a prenderci appunti o a controllare l'agenda (o ad ascoltarci la musica o a vederci un film)... E' bello sapere che se il cellulare è spento in un raro momento di tranquillità posso comunque usare tutte le funzioni del Lifedrive. Inoltre, il Lifedrive è piuttosto ingombrante (e più fragile di un cellulare) da tenere sempre a portata di mano. Alcune volte, poi, girando in metropolitana o autobus o camminando per strada preferisco averlo in borsa piuttosto che visibile a tutti.
Siete pregati di lasciare commenti se avete scoperto qualche altra cosa interessante a proposito di questo gioiellino.
PS: dimenticavo una funzione: c'è lo slot per le schede di memoria SD e c'è un programma incluso nel Lifedrive che permette di trasferire le foto (e i video!) dalla scheda di memoria della macchina fotografica digitale al Lifedrive, permettendo quindi di archiviarle mentre si è lontani da casa potendo quindi svuotare la scheda e ricominciare da capo. L'importante è che la scheda sia formattata dalla macchinetta e non dal Lifedrive perché potrebbe poi non essere riletta dalla macchina fotografica.

3 comments:

Anonymous said...

Blog veramente interessante il tuo! Non hai idea di quanto mi sia stato utile questo post per la scelta del palmare. Sono riuscito a trovare un Lifedrive con 3 mesi di vita pagandolo la metà del prezzo di listino e sono molto felice dell'acquisto. L'unica cosa che non riesco a fare è collegarmi alle reti che hanno bisogno di username e password da pagina web, cosa frequente negli aereoporti. La rete viene riconosciuta, ma l'accesso è negato senza darmi la possibilità di inserire i dati ... tu mi sai dire qualcosa in proposito? Ho provato anche ad aprire il browser e far partire la connessione, nella speranza che funzionasse trovando il browser già aperto ... niente.

geppy said...

Scusami è la prima volta che partecipo ad un Blog ed il tuo è veramente interessante. Sono in procinto di acquistare un Palm Lifedrive e vorrei sapere il tuo parere...cioiè se tu lo stai ancora utilizzando o se hai optato per qualche altro modello, perchè anche io ho bisogno di un palmare con queste caratteristiche (4 Gb di hard disk e senza telefono etc) mi spaventa un pò la scarsa autonomia (poco più di un'ora usando il Blutooh e/o il Wi-fi). Grazie in anticipo, un tuo ammiratore.

wirelessly yours said...

@geppy:
grazie dei complimenti, sono contenta che tu abbia trovato qui delle cose utili. Per quanto riguarda il Lifedrive, non è che vuoi comprare il mio? Trovo che sia un oggetto molto bello anche esteticamente e non ho molto da ridire sulle funzionalità, però ora che ho l'E61 e il Powerbook, portarmi appresso anche il palmare (e magari relativa tastiera a infrarossi, visto che on the road mi serve soprattutto di scrivere testi) + i caricatori di tutti gli aggeggi, inclusa la Coolpix dalla quale non mi separo mai, mi risulta un po' scomodo.
Secondo me, il Lifedrive come palmare senza telefono è sicuramente ancora il migliore. Lo schermo è molto nitido ed è meglio dell'iPod per vederci i video (anche come grandezza schermo, e poi accetta una varietà di formati) e le foto, e la possibilità di scaricarci le foto direttamente dalla scheda SD della macchina fotografica lo rende unico. Come avrai letto, io lo uso anche come navigatore (con le cartine TomTom) dopo aver comprato l'antenna esterna e va benissimo anche così. Anche in WiFi è eccellente.
Per ovviare alla durata della batteria in caso di uso massiccio di tutte le applicazioni (soprattutto bluetooth e wifi, esite il caricatore da auto oppure quello usb o la presa normale).
Però, ripeto, visto che io mi sposto prevalentemente con mezzi pubblici, portarmi in giro tutta l'"attrezzatura" diventa difficile e ho sempre paura di perdere qualcosa!
Fammi sapere...